Tag: ciociaria

news

Visaggi: visi come paesaggi

Si è conclusa ieri domenica 23 giugno, con la premiazione dei vincitori, la seconda edizione del concorso fotografico Scrivilo con la Luce – Visaggi: visi come paesaggi iniziati promosso e prodotta dalla nostra associazione con il patrocinio della Città di Isola del Liri.

Neverland – L’Isola che non c’è di Kevin Gesmundo

Il Premio del Pubblico è andato all’opera di Kevin Gesmundo Neverland – L’Isola che non c’è mentre il Premio della Ciritica ,assegnato dalla nostra Giuria composta da Marco Schirinzi, Lorenzo Mastroianni, Sofia Palleschi, Claudia Costantini e Lucia Costantini, è andato a Rosalia Di Vito per l’opera Il Cammino della Fede “per essere stata in grado, con un semplice colpo d’occhio, di cogliere il racconto di una vita intera.”

Il Cammino della Fede di Rosalia Di Vito

A premiare i vinvitori Anna è stata la consigliera comunale Annapaola Faticoni. La ProLoco di Isola del Liri vuole ringraziare gli altri artisti che hanno esposto le loro opere durante la mostra come Thomas de Franzoni, Mario Piselli, Giovanni Tomaselli, Angela Mancini, Marco Schirinzi e FullFrame Fotografia, senza dimenticare la dottoressa Barbara Cinquegrana e i suoi cenni fisignomica.

Ecco le altre opere in concorso, tutte pubblicate sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 con rinvio alla URL della licenza: https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/”

Annunciato infine il tema della prossima edizione: Acqua

condividi su
Uncategorized

Persone e personaggi

Ritratti e foto di gruppo dei nostri concittadini dei tempi in cui farsi una foto era ancora un evento, un’occasione speciale e termini come selfie e smartphone non erano ancora stati inventati.

condividi su
news

Scrivilo con la luce – II Ed.

La ProLoco di Isola del Liri è lieta di annunciare il bando della II edizione del concorso fotografico Scrivilo con la Luce intitolato quest’anno Visaggi, visi come paesaggi. Chiunque può partecipare rispettando il tema proposto e le altre regole esposte nel bando che trovate su questo link insieme alla scheda di iscrizione. Si ha tempo fino al 3 giugno prossimo per iscriversi al concorso. Le opere finaliste saranno esposte dal 15 al 23 giugno prossimi presso il Teatro Stabile Comunale Costanzo Costantini ad Isola del Liri e pubblicate sulle pagine social e sul sito della ProLoco dove potranno essere votate del pubblico. Anche quest’anno, infatti, assegneremo un Premio del Pubblico all’opera che ha ricevuto più voti dai visitatori della mostra e dagli internauti, mentre la nostra Giuria assegnerà i Premi della Critica alle opere che riterrà più meritevoli.

Quest’anno Scrivilo con la luce sarà arricchito da alcuni eventi che si svolgeranno in concomitanza: durante l’inaugurazione della mostra la dottoressa Barbara Cinquegrana, psicologa e psicoterapeuta, terrà un breve saggio sula fisiognomica intitolato I segreti del volto per offrire, ai visitatori della mostra, nuovi punti di vista per interpretare le fotografie esposte.

Erika Gabriele – Il ricamo. Il ritratto di nonna Ida 3° classificato alla prima edizione di Scrivilo con la luce

Durante lo svolgimento della mostra, in data ancora da definirsi, verrà inoltre presentato l’opera postuma di Nisio Pizzuti Soprannomi dialettali degli abitanti di Isola del Liri nel XX secolo, di cui la ProLoco di Isola del Liri sta curando l’edizione.

Sabato 23 giugno, a chiusura delle mostra, Philosofare propone incontri ed esercizi per conoscere se stessi a partire dal viso attraverso l’arte e il disegno.

Seguite l’evento su Facebook per tutti gli aggiornamenti, vi aspettiamo ad Isola del Liri.

condividi su
news

1° maggio a Isola del Liri

Molti gli appuntamenti in programma ad Isola del Liri per il 1 maggio: si apre con il tradizionale Corteo che sfilerà nel centro della città. Nel pomeriggio alle ore 16:00, presso il Teatro Stabile Comunale Costanzo Costantini, la Banda Musicale L. Macciocchi diretta dal maestro Sandro Taglione offrirà un conerto di apertura per introdurre la presentazione del libro di Paolo Ceccano Il 1° maggio a sinistra del fiume.

Sempre al Teatro Stabile Comunale è in corso la mostra fotografica di Mario Piselli MIOFRATELLO.

Fuori dal teatro stabile avranno invece luogo gli eventi organizzati da ONEmFEST a partire dalle ore 16:00 con il Percoso Arti Visive e le live performance di Umberto Cufrini, Enrico RossiUGO art e Ilona Dell’Olio che esporranno rispettivamente nella Galleria Eustacchio Pisani, in via Pietro Dell’Isola e lungo via Cascata. In Piazza San Lorenzo, invece, la mostra fotografica a cura di Lorenzo Mastroianni.

Alle 18:00 inizia il concerto in piazza Boncompagni, nell’anteprima si esibiranno gli artisti Luigi Capobianco & Band e Giuliano Gabriele Trio. Alle 21:00 saliranno invece sul palco Giorgio Canali & Rossofuoco e a seguire i Meganoidi.

Buon 1° maggio a tutti.

condividi su
news

L’industria della carta

Nel corso del XIX secolo, a seguito del riassetto amministrativo realizzato nel Regno di Napoli con Gioacchino Murat, Isola del Liri fu annessa alle sorti politico-amministrative della provincia di Terra di Lavoro. Nel secondo decennio del XIX secolo, Carlo Lefebvre di Pontarlier gettò le basi per lo sviluppo industriale della zona, impiantando qui le prime cartiere. Nel giro di pochi anni, Isola del Liri si trasformò da centro rurale a polo industriale di prim’ordire: cartiere, feltrifici, lanifici… sorsero dovunque nel paese modificando non solo l’aspetto urbano della città, ma anche il tessuto sociale. Isola del Liri fu internazionalmente conosciuta come la Manchester d’Italia, i suoi prodotti esportati in tutto il mondo. Negli anni del secondo dopoguerra, però, tagliata fuori dalle grandi vie di comunicazione ed incapace di fare sistema, le industrie di Isola del Liri si avviò verso un inesorabile declino. In quest’album abbiamo raccolto le testimonianze fotografiche di quell’industrioso passato.

condividi su
Uncategorized

Isola del Liri nell’arte

A partire dal XVII secolo si diffonde, tra i giovani aristocratici europei, la moda dei grandi viaggi attraverso il continente. Viaggi finalizzati al proprio arricchimento culturale che potevano durare mesi o anche anni. L’Italia, con le sue bellezze naturalistiche ed il suo immenso patrimonio storico, artistico e culturale, fu meta privilegiata di questi viaggi chiamati Gran Tour. Viaggiatori dei Grand Tour non furono soltanto giovani nobili, ben presto vi si unirono artisti e studenti d’arte da tutta Europa: raggiungevano l’Italia per imparare dalle opere dei grandi maestri e in cerca di soggetti da dipingere. Le città di Roma e Napoli furono quelle che attrassero più viaggiatori e la nostra terra, la Ciociaria, fu un passaggio obbligato per gli artisti che si spostavano tra le due città. Quelle che abbiamo raccolto in questa galleria sono le riproduzioni fotografiche delle opere che ebbero come soggetto la nostra Isola del Liri.

Alexandre H. Dunouy: La Cascata Verticale di Isola del Liri (1770)
Jean-Joseph-Xavier Bidauld: Vue de l’île de Sora dans le royaume de Naples (1793),
olio su tela (113 x 144 cm). Conservato presso il Museo del Louvre a Parigi
Ernst Fries: Wasserfälle des Liris bei Isola del Liri (1830)
Blick auf die Liris Fälle bei Isola di Sora
olio su tela (43x58cm)
Raffaele Carelli: Isola del Liri, Cascata del Valcatoio (XIX sec.)
Scuola tedesca: Veduta di Isola del Liri con cascata (XIX sec)
condividi su
news

Alla scoperta delle nostre chiese. II incontro

Sabato 16 febbraio dalle ore 18:00, presso la Chiesa di Sant’Antonio avrà luogo il secondo incontro della serie Alla scoperta delle nostre chiese, l’iniziativa promosso dalla Parrocchia di S. Lorenzo Martire con il patrocinio del Comune di Isola del Liri e con la collaborazione della ProLoco di Isola del Liri. Lo storico d’arte, Enzo Loffreda, ci parlera della Chiesa di Sant’Antonio e delle opere d’arte in essa custodite.

condividi su
Uncategorized

Cartoline da Isola del Liri

In questo album sono raccolte alcune tra le più popolari cartoline postali stampate ad Isola del Liri. Le più antiche risalgono ai primi anni Dieci, mentre le più recenti sono degli anni Ottanta. Queste immigini sono di pubblico dominio, vi invitiamo a farne l’uso che preferite.

condividi su
Uncategorized

Isola del Liri nel XIII Anno

Le immagini raccolte in queste album sono tratte dal volume Isola del Liri nel XIII Anno. Si tratta di una pubblicazione voluta dal regime fascista per fini autocelebrativi.  Isola del Liri nel XIII Anno fu edito nel 1935 in 400 esemplari numerati. Le immagini qui sotto provengono dalla copia di proprietà delle famiglia Marsella.  Lungi da noi qualsiasi intendo apologetico, pubblichiamo queste immagini per il loro indubbio valore storico. Queste immagini sono di pubblico dominio e pertanto vi invitiamo a farne l’uso che preferite.

condividi su
Uncategorized

Da visitare

Una vista ad Isola del Liri non può che cominciare dal Ponte Napoli da quale si può godere una splendida vista sulla Cascata Grande e il castello Boncompagni – Viscogliosi. Sulla destra vi sono il municipio e l’ex feltrificio Ippolito & Pisani.

Galleria Eustacchio Pisani

Quest’ultimo edificio è attraversato dalla Galleria Eustacchio Pisani, nei giorni di apertura ( in genere nei weekend) è possibile accedervi per raggiungere il terrazzo panoramico che affaccia proprio sotto la cascata. La Galleria Eustacchio Pisani ospita spesso mostre d’arte e fotografia.

Cascata Grande vista dal terrazzo panoramico

Sulla sinistra del ponte ha inizio la suggestiva via Cascata che costeggia il fiume fino a portarvi in prossimità della cascata. É questo il punto migliore per scattare le vostre foto ricordo. Continuando lungo via Cascata, di recente resa completamente pedonale, si giunge alla chiesa di San Lorenzo Martire.

Chiesa di San Lorenzo Martire. Foto di Marco Schirinzi

Uscendo dalla chiesa potete procedere seguendo la piccola strada lastricata che vi riporterà su Corso Roma, una volta sul corso prendete a destra per raggiungere l’altro ponte, il ponte Roma. In alternativa si può percorrere via Chigi Nobile che dal semaforo, posto in piazza San Lorenzo, vi condurrà allo stesso punto. Superato il ponte si entra si entra nel Parco Fluviale. Seguendo il percorso del fiume si raggiunge la Cascata del Valcatoio.

Cascata del Valcatoio

Il Parco Fluviale, molto amato dalla cittadinanza, è un ottimo posto per sostare e magari consumare un pranzo al sacco. Chi invece preferisce gustare la cucina locale potrà accomodarsi in uno dei tanti locali incontrati durante il percorso. Cosa c’è da gustare potrete scoprirlo in questo articolo.

Castello Boncompagni-Viscogliosi

Essendo una residenza privata il castello Boncompagni – Viscogliosi non è sempre accessibile ai visitatori. Chi fosse interessato ad una visita al suo parco può trovare sul sito www.castelloboncompagniviscogliosi.it le informazioni necessarie. Il parco del castello è comunque aperto gratuitamente al pubblico nei giorni della festa della Madonna delle Grazie (17,18 e 19 settembre). Dal parco si può godere una vista mozzafiato sul precipizio nel quale si getta la cascata, uno spettacolo unico al mondo. Così lo descrisse il duca Giacomo Boncompagni:

“[…] E cingendo la rocca da tre bande, va con un ramo a precipitarsi alla banda sinistra da una balza fatta dalla natura, d’altezza più di 150 palmi, giù nella terra dove s’habita, con strepido grandissimo. In questa caduta l’acqua manda in altro un polverino d’acqua si grande che io per me mi sarei creduto che la terra posta nel basso havesse non solo da restare humida, ma bagnata sempre; niente di manco si vede con la esperienza che cadendo il fiume perpendicolarmente con tanta furia, causa tale e sì fatto venuto e sì continuo che porta tutto il detto polverino alla sponda di fuori, per causa di certa rivolta humidità sua onde sponda ne piove sempre e abbonda di rivoletti d’acque perpetui che ritornano nel fiume.

Cascata & Castello Viscogliosi al tramonto. Foto di Vincenzo Vona e Cludia Costantini Full Frame Fotografia

Visto il suo passato di città industriale, Isola del Liri non offre molto altro al turista di passaggio, ma chi vi soggiornerà resterà sorpreso dalla sua animatissima vita notturna.

condividi su
Facebook
YouTube
Instagram